Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Lievitati dolci’ Category

Che titolone……fa un pò spavento 🙂

Come ho già detto qualche post fa mia figlia è risultata intollerante ad alcuni alimenti,tra cui la farina di grano,il latte e derivati,il lievito e altro,potete immaginare la sua reazione alla notizia che avrebbe dovuto cambiare totalmente la sua alimentazione.

Come mamma ho cercato,e sto ancora cercando di non farle pesare questa situazione,per cui ho iniziato a fare un pò di esperimenti,alcuni falliti,ma tanti altri riusciti,tra cui questi croissant.

Prima di tutto voglio dirvi come sono arrivata ad avere il lievito madre di kamut,avevo già il mio lm nato tre anni fa,ne ho preso una piccola parte e ho iniziato a rinfrescarlo con farina di kamut,dopo quattro rinfreschi consecutivi ho ritenuto di poter iniziare ad usarlo.

Non so se è giusto questo metodo,ho seguito il mio istinto,quello che so è che questo lievito naturale funziona,e questo mi basta.

 


 

 

Ingredienti:


200 gr di farina di kamut

50 gr di farina di riso

30 gr di fruttosio

60 gr di lievito di kamut

120 gr di latte di soia

un pizzico di sale

125 gr di margarina senza grassi idrogenati

1 cucchiaino di farina di kamut


Inizio a preparare l’impasto la sera,sciolgo il lm nel latte tiepido,aggiungo il fruttosio,le farine il pizzico di sale e impasto il tutto fino ad ottenere un panetto bello liscio,metto in una busta da frezeer, lascio per mezz’ora circa a temperatura ambiente e pongo  in frigo per tutta la notte,la margarina l’impasto con il cucchiaino di farina,e aiutandomi con la pellicola cerco di ottenere una sfoglia sottile che metto in frigo.

Al mattino ritrovo il mio impasto lievitato,lo stendo in un rettangolo metto il panetto sottile di margarina al centro,lo chiudo dentro come un pacchetto e aiutandomi con il mattarello cerco di stendere delicatamente l’impasto,procedo con le pieghe a tre e ripongo in frigo per un’ora.Trascorso questo tempo riprendo l’impasto e ripeto l’operazione,questo lo faccio per quattro/cinque volte,fino a quando la margarina non è ben incorporata.Poi procedo con il taglio dei triangoli e la formazione dei croissant,metto a lievitare per il tempo necessario.Quando sono lievitati,li spennello con il latte di soia e spolvero un pò di fruttosio,in forno a 180° per circa 30 minuti.

Chiedo scusa se non ci sono le foto di tutti i passaggi,spero solo di avervi dato un’idea di quello che si può fare per chi ha problemi magari molto più seri di quelli che ha mia figlia.

 

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta del blog “Cucinaecantina” Io kamut e tu

 


Read Full Post »

ho scelto di posizionarla sul cornicione del mio balcone per facilitarle il volo verso un paese lontano,dove non sanno cosa significa vivere in pace,dove c’è il mio piccolo grande uomo a cui piace tanto questa colomba…..

Buona Pasqua a lui (quando vieni la rifaccio solo per te)

e buona Pasqua a tutti voi!

 

 

 

Le dosi che ho usato per questa colomba da un kg sono:

 

Primo impasto

 

70gr di lievito madre

200gr di farina manitoba

80gr di burro morbido

60gr di zucchero (da scioglire in 75 ml di acqua)

75ml di acqua

2 tuorli

25gr di acqua.


 

Secondo impasto

 

1° impasto

45gr di farina manitoba

8gr di miele

2gr di sale fino

20gr di zucchero

1 tuorlo

15gr di burro fuso ma non caldo

vaniglia e scorza di arancia.

 

Per la preparazione ho eseguito lo stesso procedimento che trovate qui ,una volta fredda la colomba l’ho “siringata” con crema di pistacchi,e glassata con cioccolato bianco,granella di pistacchi,pistacchi e zuccherini.

Ancora grazie Papum per questa meravigliosa ricetta!

Read Full Post »

Stefania meglio conosciuta in tutto il web con il nik ” Araba Felice” è tra le poche  persone più disponibile e generosa che io abbia conosciuto da quando ho iniziato questa grande avventura di internet,da lei ho imparato tanto,indimenticabile per me i suoi croissant che abbiamo fatto in un cucinare insieme qualche anno fa,i più buoni in assoluto che io abbia mai fatto e mangiato.

Questo post lo dedico a lei,la ricetta della “brioche allo yogurt e panna acida” l’ho presa dal suo blog,l’unica mia variazione è stata sostituire il lievito di birra con lievito madre.

120 g di panna acida *
120 g di yogurt bianco
tre quarti di un cubetto di lievito di birra (120gr di lm)
40 g di burro fuso
2 cucchiai di zucchero semolato
125 ml di acqua tiepida
500 g di farina più quella che l’impasto richiede
un pizzico di sale
burro per spennellare

Sciogliere il lievito in un pò di acqua tiepida che avremo preo da quella indicata negli ingredienti,a parte mescolare panna acida,yogurt zucchero,burro fuso e l’acqua restante.Unire 400gr di farina,l’acqua con il lievito e impastare aggiungendo piano piano il resto della farina,fino ad ottenere un’impasto simile come consistenza a quello della pizza.
Mettere a lievitare al caldo per circa 2 ore(io l’ho fatto lievitare 6 ore).Quando è ben lievitato,sgonfiare l’impasto,lavorarlo brevemente e formare un filoncino da mettere in uno stampo da plumcake,mettere ancora a lievitare per una mezz0retta(io l’ho lasciato tutta notte)
Cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 30/35 minuti,una volta cotta spennellarla ancora calda con burro fuso.
Si gusta fredda,e si conserva in alluminio o in un panno.


Io l’ho gustata a colazione con la mia marmellata di arancie,ma come dice Stefania è una brioche “neutra” nata originariamente come pane.

* La panna acida io non riesco a trovarla al supermercato e così la faccio da me seguendo la ricetta di Marble


Ingredienti


1/ litro di panna fresca
1 vasetto di yogurt
succo di un limone

In un contenitore mettere la panna,lo yogurt e il succo di mezzo limone,coprire e lasciare a temperatura ambiente per un giorno,trascorso questo tempo controllare la consistenza e mettere in frigo.

Read Full Post »