Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Tres chic….

mi è stata richiesta una torta per una ragazza che ama il rosa in tutte le sue tonalità,che fosse chiccosa e frou frou

Base Moretta bagnata con bayles allungato con latte,farcito con crema rocher,ricoperto con crema di burro aromatizzato alla nocciola e mmf.Decorazioni in mmf.

Per la crema rocher io  faccio  così:

crema bianca senza uova arricchita con nutella wafers sbriciolati alla nocciola e nocciole tritate.

Le perline sono montate su filo metallico per bigiotteria e incollate con colla a caldo.

Alla prossima 🙂

Read Full Post »

Stacchiamo un pò questa carrellata di torte decorate,sembrerebbe che non faccio altro 🙂 e invece no!


Questa “non ricetta” nasce dalla mia desiderio di mangiare con gusto ma light


Ingredienti

melanzane

menta,aglio,capperi

olio,sale,pepe,aceto balsamico


Avvolgere la melanzana in un foglio di carte forno bagnato,mettere in forno a microonde 7 minuti a massima temperatura (il tempo di cottura dipende dalla grandezza della melanzana e dalla temperatura massima del micro) farla raffreddare un pò e poi spellarla,tagliare la polpa a cubetti e condirla  con menta ,aglio,capperi sale ,pepe e aceto balsamico.


Lo so,lo so. . . non è niente di chè,ma a me piace,e con questa “non ricetta” partecipo alla raccolta di Olio e Aceto E’ tempo di melanzane!


Image and video hosting by TinyPic

Read Full Post »

Come si chiama quel cartone animato a forma di formaggio?

Eccolo si chiama Spongebob

Lo confesso a fare questa torta mi sono divertita,e quando il soggetto mi piace tutto è molto più semplice 🙂

Base Moretta,bagna latte e nesquik.farcito con crema bianca senza uova arricchita con nutella,il tutto ricoperto con crema di burro aromatizzata alla nocciola e mmf.


Read Full Post »

Bakugan

Speravo che una richiesta del genere  non mi arrivasse mai,invece puntuale come un orologio svizzero eccola…….. “voglio la torta di Bakugan” ……. e io…..”Baku chi?”

Per fortuna c’è internet,e così dopo una rapida ricerca,sono arrivata alla conclusione che il personaggio non mi piaceva,ma che non potevo non accontentare la richiesta del piccolo Sante.


E’ una torta al  cioccolato ,bagnato con latte e cacao,farcito con crema rocher,ricoperto con crema di burro e mmf.decorazioni in mmf e draghetto in pdz.


Read Full Post »

Che titolone……fa un pò spavento 🙂

Come ho già detto qualche post fa mia figlia è risultata intollerante ad alcuni alimenti,tra cui la farina di grano,il latte e derivati,il lievito e altro,potete immaginare la sua reazione alla notizia che avrebbe dovuto cambiare totalmente la sua alimentazione.

Come mamma ho cercato,e sto ancora cercando di non farle pesare questa situazione,per cui ho iniziato a fare un pò di esperimenti,alcuni falliti,ma tanti altri riusciti,tra cui questi croissant.

Prima di tutto voglio dirvi come sono arrivata ad avere il lievito madre di kamut,avevo già il mio lm nato tre anni fa,ne ho preso una piccola parte e ho iniziato a rinfrescarlo con farina di kamut,dopo quattro rinfreschi consecutivi ho ritenuto di poter iniziare ad usarlo.

Non so se è giusto questo metodo,ho seguito il mio istinto,quello che so è che questo lievito naturale funziona,e questo mi basta.

 


 

 

Ingredienti:


200 gr di farina di kamut

50 gr di farina di riso

30 gr di fruttosio

60 gr di lievito di kamut

120 gr di latte di soia

un pizzico di sale

125 gr di margarina senza grassi idrogenati

1 cucchiaino di farina di kamut


Inizio a preparare l’impasto la sera,sciolgo il lm nel latte tiepido,aggiungo il fruttosio,le farine il pizzico di sale e impasto il tutto fino ad ottenere un panetto bello liscio,metto in una busta da frezeer, lascio per mezz’ora circa a temperatura ambiente e pongo  in frigo per tutta la notte,la margarina l’impasto con il cucchiaino di farina,e aiutandomi con la pellicola cerco di ottenere una sfoglia sottile che metto in frigo.

Al mattino ritrovo il mio impasto lievitato,lo stendo in un rettangolo metto il panetto sottile di margarina al centro,lo chiudo dentro come un pacchetto e aiutandomi con il mattarello cerco di stendere delicatamente l’impasto,procedo con le pieghe a tre e ripongo in frigo per un’ora.Trascorso questo tempo riprendo l’impasto e ripeto l’operazione,questo lo faccio per quattro/cinque volte,fino a quando la margarina non è ben incorporata.Poi procedo con il taglio dei triangoli e la formazione dei croissant,metto a lievitare per il tempo necessario.Quando sono lievitati,li spennello con il latte di soia e spolvero un pò di fruttosio,in forno a 180° per circa 30 minuti.

Chiedo scusa se non ci sono le foto di tutti i passaggi,spero solo di avervi dato un’idea di quello che si può fare per chi ha problemi magari molto più seri di quelli che ha mia figlia.

 

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta del blog “Cucinaecantina” Io kamut e tu

 


Read Full Post »

La prima volta che ho letto “crumble” non sapevo esattamente di cosa si trattasse,poi leggendo gli ingredienti necessari per prepararlo e soprattutto vedendo le foto,ho capito che questo crumble mi sarebbe piaciuto . . . e tanto!!!

Nonostante ciò non avevo avuto ancora occasione di prepararlo, almeno fino a quando non ho letto del contest lanciato da Panna cioccolato e fantasia,allora presa dalla frenesia e dal poco tempo libero a disposizione,ho deciso che era ora che io preparassi il mio primo crumble,pur avendo a disposizione solo una mela e un pò di mirtilli disidratati.


Ingredienti:

1 mela

mirtilli disidratati

6o gr di farina

50 gr di zucchero di canna

50 gr di burro morbido

cannella


Ho tagliato la mela a fette non troppo spesse e irrorate con succo di limone,a parte ho mischiato con le dita gli altri ingredienti riducendoli a briciole,ho disposto le fettine di mele in due cocottine,spolverizzate con cannella e disposto sopra il preparato per il crumble,in forno a 180° per circa 30 minuti.Va mangiato caldo,ma visto le temperature di questi giorni lo abbiamo gustato freddo.



Con questa ricetta “semplice” partecipo al contest Crumble dolci e salati di Panna cioccolato e fantasia.

BannerFans.com


Read Full Post »

. . .  un povero contadino che una sera se ne stava seduto accanto al focolare ad attizzare il fuoco, mentre sua moglie filava.

Inizia così la fiaba di Pollicino,fiaba “studiata” dal piccolo Gabriele nel suo ultimo anno di asilo.e così per la cena con le maestre e i genitori per i saluti ecco che abbiamo pensato ad una torta a tema.


Ho cercato di riprodurre un libro aperto.quindi un pds rettangolare al cioccolato,bagnato con latte zuccherato,farcito con crema alla nutella,ricoperto con crema di burro e mmf.Le decorazioni sono tutte realizzate in mmf.



Read Full Post »

Older Posts »